Vuoi scoprire tutti i vantaggi e i passi giusti per la costituzione di un e-commerce in Svizzera?

Costituzione di un e-commerce in Svizzera

Il commercio online in Svizzera sta registrando una forte crescita e sempre più persone fanno acquisti utilizzando Internet. Non è un caso se dal 2010 ad oggi, i rivenditori online hanno quasi raddoppiato il loro fatturato.

Anche in questo ambito, la tassazione agevolata e il sistema burocratico snello ed efficiente sono solo una parte dei numerosi benefici che la Svizzera offre.

Per iniziare con successo il percorso, è di primaria importanza prestare attenzione a tutte le peculiarità e le disposizioni definite dalla normativa svizzera.

 

E-commerce e vendite online in Svizzera: un settore in forte crescita

Come anticipato, il commercio online in Svizzera è una forte crescita, probabilmente incentivato anche dalla situazione d’emergenza verificatisi in seguito alla pandemia del Covid-19.

Nel 2019 il commercio al dettaglio in Svizzera è stato caratterizzato da una stagnazione dei fatturati e da una significativa perdita di quote di mercato a vantaggio dei rivenditori online.

Nel 2018 le vendite sul web hanno sfiorato i 10 miliardi di franchi di fatturato con un aumento del 10% rispetto all’anno precedente. Conseguenza del fatto che una parte sempre più consistente della popolazione utilizza internet quotidianamente. Ne deriva che potenzialmente aumenta anche la quota di popolazione che acquista online.

Secondo l’istituto NET-Metrix 7 persone su 10, ossia 4,4 milioni di utenti di internet sopra i 14 anni di età, utilizzano il canale online per lo shopping. Con 2,7 milioni di acquirenti online gli acquisti più frequenti si registrano nei settori moda, abiti, scarpe, accessori e articoli sportivi, ma le spese maggiori riguardano viaggi e biglietti aerei e, a seguire nell’ordine, prodotti finanziari e assicurativi, mobili e fai da te.

Il commercio online ha successo tra tutte le generazioni, ma in proporzioni diverse secondo l’età. L’83% degli utenti tra i 30 e i 39 anni acquista su internet, mentre lo fa ‘solo’ il 54% degli utenti ultrasessantenni. Sul web acquistano invece in misura uguale uomini e donne: i primi sono più numerosi per quanto riguarda l’acquisto di programmi informatici, prodotti di elettronica, giochi e applicazioni mentre nei settori cosmetica e salute prevalgono nettamente gli acquisti del mondo femminile.

In Svizzera infine emerge la tendenza a scegliere anche siti di e-commerce con base extra-nazionale per gli acquisti. Gli svizzeri ordinano sempre più spesso merci oltre i confini nazionali e occupano la quarta posizione in Europa per quantità di shopping effettuato su siti esteri, principalmente su portali tedeschi, cinesi e francesi. Nel commercio online la quota di aziende straniere è il doppio rispetto alla loro presenza nel commercio al dettaglio tradizionale.

 

Perché scegliere la Svizzera per la costituzione di un e-commerce: i vantaggi

La costituzione di un e-commerce in Svizzera offre i seguenti vantaggi:

  • PIL pro capite alto: la popolazione dispone di un elevato potere di acquisto e una forte possibilità di spesa con una conseguente ricerca della qualità dei prodotti
  • Bassa imposizione IVA: aliquota normale al 7.7% e ridotta al 2.5% (generi alimentari, libri, giornali, medicinali e altri beni di uso quotidiano)
  • Carico fiscale contenuto (nel caso di costituzione di una società svizzera)
    In generale il total tax rate ossia il prelievo fiscale totale in Svizzera è molto competitivo e si attesta al di sotto del 30%. La tassazione in Svizzera è ripartita su 3 livelli: federale, cantonale e comunale. Pertanto si differenzia a seconda del cantone e del comune dove ha sede la società. Ad esempio in Canton Ticino la tassazione è in media del 20% sull’utile. Mentre nel Canton Lucerna é al 14%.
  • Ottima infrastruttura distributiva del sistema postale svizzero: la Posta svizzera è in grado di gestire per conto della società di e-commerce tutti gli aspetti logistici in modo efficiente
  • Sistema burocratico e amministrativo snello ed efficiente
  • La legislazione europea in tema di e-commerce è tendenzialmente più rigorosa di quella svizzera.

 

Aspetti importanti da considerare nella costituzione di un e-commerce in Svizzera: uno sguardo alla normativa

Innanzitutto è necessario considerare le differenze della normativa svizzera rispetto a quella italiana ed europea. In materia di commercio elettronico in Svizzera si applicano la legge federale contro la concorrenza sleale (LCSl; RS 241) e l’ordinanza sull’indicazione dei prezzi (OIP; RS 942.211). Si applicano inoltre le disposizioni del Codice delle obbligazioni svizzero (CO; RS 220), analogamente a quanto avviene per i contratti di vendita tradizionali.

Ad esempio: una prima difficoltà potrebbe essere l’individuazione del prezzo da mostrare al cliente finale che, oltre ad essere ben visibile, deve essere quello finale effettivamente pagabile in franchi svizzeri, inclusi tutti i supplementi non facoltativi di qualsiasi tipo (IVA, dazi, compensi per i diritti d’autore, tasse di riciclaggio per gli apparecchi elettrici, ecc.)

La Confederazione Elvetica è membro AELS ma non aderisce all’Unione Europea, con la quale ha sottoscritto numerosi accordi bilaterali. Pertanto, è necessario conoscere la normativa doganale e la documentazione necessaria per procedere all’operazione di esportazione e sdoganamento delle merci senza intoppi. A tal proposito, occorre inoltre verificare l’imposizione IVA, se dovuta, e l’eventuale presenza di dazi da applicare. Si evidenzia, infine, che per alcune tipologie di prodotto al di sopra di certi quantitativi ammessi in franchigia è necessario uno specifico permesso di importazione (ad esempio per alcuni generi alimentari e vino).

Avere un quadro legale completo può non essere semplice ed è consigliabile appoggiarsi ad esperti in materia: la CCIS può fornirvi una consulenza legale anche in questa fase delicata, oltre a fornirvi informazioni specifiche sul tema dello sdoganamento delle merci in Svizzera.

 

Costituzione di un e-commerce in Svizzera: aprire una rappresentanza fiscale o costituire una società?

Con la revisione della Legge sull’IVA e in particolare con la nuova regolamentazione della vendita per corrispondenza i venditori online esteri devono addebitare l’IVA in fattura ai clienti svizzeri se, con gli invii di piccole dimensioni (merci importate con un valore d’imposta inferiore o pari a 5 franchi ed esenti dall’imposta all’importazione), generano un fatturato superiore ai 100’000 franchi l’anno. Di conseguenza al raggiungimento della cifra d’affari di 100.000 franchi l’azienda estera viene assoggettata all’imposta in Svizzera e deve iscriversi nel registro IVA, nominando un rappresentate fiscale in Svizzera.

Una volta che il venditore è iscritto nel registro IVA, a seguito della regolamentazione della vendita per corrispondenza, oltre ai piccoli invii sono considerate forniture sul territorio svizzero anche gli altri invii che superano l’ammontare dell’imposta sull’importazione di 5 franchi. Ne consegue che per un venditore per corrispondenza assoggettato all’imposta IVA sono imponibili tutte le prestazioni eseguite sul territorio svizzero.

Tale soluzione è detta rappresentanza fiscale e prevede che la società estera sia assoggettata all’IVA svizzera (nessun’altra forma di tassazione o imposta è dovuta alla Confederazione elvetica), abbia una partita IVA svizzera e un rappresentante fiscale domiciliato in Svizzera. È inoltre richiesta una cauzione IVA pari al 3% del fatturato imponibile svizzero – importo minimo di 2.000 franchi. Per maggiori informazioni consultare la sezione dedicata ai Servizi di rappresentanza fiscale.

Un’altra strada potrebbe essere la costituzione di una società svizzera. Scelta obbligata nel caso di rivenditori che distribuiscono in modo diretto ai consumatori, gestendo autonomamente la distribuzione e logistica sul territorio elvetico. In questo caso, è opportuno analizzare e scegliere la forma giuridica della società che si intende costituire in funzione delle esigenze imprenditoriali, dei costi che si prevede di poter sostenere e delle responsabilità che si è disposti ad assumere.

Le principali forme societarie elvetiche per imprese straniere, che valgono anche per la costituzione di un e-commerce in Svizzera sono:

Succursale di impresa straniera con iscrizione della società italiana direttamente nel registro di commercio svizzero e capitale di costituzione libero (capitale di dotazione). Si evidenzia la corresponsabilità della società madre straniera e la dipendenza dal punto di vista giuridico.

Società a garanzia limitata Sagl – Sarl – GmbH con costituzione mediante atto pubblico e capitale sociale minimo di CHF 20’000, interamente liberato. Si tratta di una società per certi versi equiparabile alla S.r.l. italiana.

Società anonima SA – SA – AG con costituzione mediante atto pubblico e capitale sociale minimo di CHF 100’000 di cui almeno CHF 50’000 liberati.

Chiunque può essere socio o azionista di una società in Svizzera, ma si evidenzia che il Codice delle obbligazioni svizzero prevede l’obbligo di nominare un rappresentante legale della società residente sul territorio svizzero.

Per approfondire gli aspetti fiscali, amministrativi e legali concernenti il diritto societario svizzero, valutare quale forma societaria scegliere, conoscere i costi di costituzione e gestione di una società la Camera di Commercio Italiana per la Svizzera vi invita a richiedere una consulenza personalizzata.

Hai bisogno di una consulenza per la Costituzione di un e-commerce in Svizzera? Richiedi una consulenza gratuita

 



    Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento utilizzando il link incluso nella email.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    SEDE PRINCIPALECamera di Commercio Italiana per la Svizzera
    La nostra sede principale è a Zurigo. Le sedi distaccate sono a Ginevra e Lugano.
    TUTTE LE NOSTRE SEDI IN SVIZZERADove puoi trovarci?
    Sedi della Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
    RESTA CONNESSOSeguici sui social
    Seguici sui nostri profili ufficiali per ricevere aggiornamenti sulle attività della Camera di Commercio.
    SEDE PRINCIPALECamera di Commercio Italiana per la Svizzera
    La nostra sede principale è a Zurigo. Le sedi distaccate sono a Ginevra e Lugano.
    TUTTE LE NOSTRE SEDI IN SVIZZERADove puoi trovarci?
    Sedi della Camera di Commercio Italiana per la Svizzera
    RESTA CONNESSOSeguici sui Social
    Seguici sui nostri profili ufficiali per ricevere aggiornamenti sulle attività della Camera di Commercio.
    VUOI APRIRE UNA SOCIETÀ IN SVIZZERA?
    Siamo la Soluzione!
    Il supporto efficiente per le imprese italiane che vogliono rapidamente aprire una società in un mercato ricco di opportunità.
    CHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA
    Leggi e accetta i Termini e le Condizioni